Il quotidiano online del food retail
Aggiornato al
Il Plant Based Nuggets Burger di Burger King
Da metà aprile in tutti i ristoranti Burger King è disponibile il Plant Based Nuggets Burger creato con proteine vegetali
Information
Prodotti

Burger King sempre più green lancia il Plant Based Nuggets Burger

Information
- Burger King - plant based

La catena di fast food Burger King diventa sempre più green e sostenibile. A partire dal menu dove da metà aprile è disponibile il Plant Based Nuggets Burger. La referenza, disponibile in tutti i ristoranti italiani della catena, si aggiunge al Plant Based Whopper e ai Plant Based Nuggets lanciati con successo lo scorso anno grazie ad una partnership con la olandese The Vegetarian Butcher, specializzata nella produzione di cibo a base di proteine vegetali.

 Da Burger King un'esplosione di gusto sostenibile 

Plant Based Nuggets Burger rappresenta una nuova esplorazione del gusto tipico Burger King, esaltando il sapore degli oramai familiari plant based nuggets di pollo grazie all’accompagnamento con sapori più delicati come quello del soncino e della maionese con quello agrodolce e più deciso della salsa Bbq. Burger King ha lavorato molto in questi anni per cogliere le esigenze dei propri clienti e l’evoluzione delle loro abitudini alimentari, innovando la produzione e garantendo al contempo l’eccellenza dell’offerta. “Vogliamo continuare a garantire ai nostri clienti la più ampia possibilità di scelta del mercato, attraverso una vasta gamma di proteine sia animali che vegetali. Il tutto senza mai perdere il gusto tipico di Burger King, preservando quindi il sapore e la consistenza della carne”, ha dichiarato Alessandro Lazzaroni, General Manager di Burger King Restaurants Italia. 

La crescita delle proteine vegetali 

Secondo un’indagine condotta da Innova Marketing Insights i cibi a base di proteine vegetali (plant based in inglese) saranno i protagonisti dei prossimi anni, raggiungendo una crescita del 20% entro il 2024. Un trend che segue l’appello lanciato già qualche anno fa dalla Fao, che ha sostenuto favorevolmente la crescita dei consumi plant based perché basati su scelte sostenibili, e le mutate abitudini di consumo post-pandemia dei clienti. Nelle rilevazioni di Innova Marketing Insights è emerso che una persona su quattro tra chi generalmente assume fonti proteiche diverse da quelle animali ha cominciato ad acquistare alternative provenienti dal mercato plant based e oltre il 90% si dice convinto che continuerà a farlo in futuro. Tanto che il fatturato globale di questo segmento punta a superare i 35,5 miliardi di dollari entro il 2027. 

       
    Il sito EdizioniDMh50

ristorazionemoderna.it

- Copyright © 2022 Edizioni DM Srl - Via Andrea Costa, 2 - 20131 Milano | P. IVA 08954140961 - Tutti i diritti riservati | Credits