Il quotidiano online del food retail
Aggiornato al
Per Satispay si tratta del secondo investimento in Onyon di cui possedeva già il 13% delle quote
Per Satispay si tratta del secondo investimento in Onyon di cui possedeva già il 13% delle quote
Information
Fornitori & Servizi

Satispay si assicura il 100% di Onyon per crescere a Torino

Information
- Satispay pagamenti mobile - Onyon self ordering

I pagamenti in mobilità crescono e si strutturano, come dimostra l'operazione di acquisizione di Onyon da parte dell'unicorno italiano Satispay. L'azienda leader nel settore dei pagamenti digitali ha siglato un accordo che prevede di rilevare il 100% del capitale della startup piemontese che conente di consultare il menu di un ristorane, ordinare e dividere il conto. 

Satispay, secondo investimento in Onyon.

Il primo investimento di Satispay in Onyon era già avvenuto al termine di agosto quando la società guidata da Alberto Dalmasso aveva rilevato una prima quota del 13% tramite aumento di capitale riservato. Ora un nuovo, più consistente, balzo in avanti. L'obiettivo di Satispay, da un lato, è quello di rafforzarsi nell'industria dei pagamenti sulla piazza di Torino integrando le soluzioni Onyon e, dall'altro, implementare l'expertise interna per offrire migliori e sempre più innovative soluzioni per i propri clienti business. Mission in cui rientra anche l'altra acquisizione di Satispay avvenuta a luglio dello scorso anno e che ha visto come oggetto AdvisorEat, startup tricolore che consente di individuare e consigliare i migliori ristoranti in grado di traformare pranzi e cene di lavoro in punti da spendere in gift card, voucher, donazioni benefiche.

La liquidità di Satispay spinge verso nuove acquisizioni.

A spingere verso la crescita e l'acquisizione della società guidata da Marco Actis e Paola Lombardi è stato un maxi round di finanziamento da 320 milioni di euro chiuso a settembre che ha portato Satispay a superare il miliardo di valutazione. Il terzo dopo quello da 93 milioni del 2020 e quello da 15 milioni di euro nel 2018. Fra gli azionisti ci sono il fondo Addition, Greyhound Capital, Coatue, Lightrock, Block Inc, Tencent e Mediolanum Gestione Fondi sgr. E gli utenti sostengono la crescita: a oggi, la community che utilizza l'app supera i 3 milioni di persone e i 200.000 negozi attivi.

Onyon, l'app del self ordering che aumenta il turnover.

Per Onyon, invece, si tratta di un traguardo importante. La società di Actis e Lombardi, già manager di Pony Zero, azienda di logistica nell'orbita Cigierre, è nata a Torino nel 2020 ed è stata attivata in oltre 100 locali. Grazie alle funzionalità dell'app, si possono ridurre i tempi di riordino sfruttando la modalità self ordering direttamente dal proprio smartphone in totale autonomia. I ristoranti che hanno adottato il software hanno visto aumentare i nuovi ordini dl 30% e la frequenza di turnover dei tavoli.  

ristorazionemoderna.it

- Copyright © 2023 Edizioni DM Srl - Via Andrea Costa, 2 - 20131 Milano | P. IVA 08954140961 - Tutti i diritti riservati | Credits