Il quotidiano online del food retail
Aggiornato al
Ristorazione sempre più in rosa: un'impresa su tre è guidata da donne
Ristorazione sempre più in rosa: un'impresa su tre è guidata da donne
Information
News

Ristorazione in rosa: un pubblico esercizio su tre è a guida femminile secondo Fipe

La ristorazione si fa sempre più rosa. Prendendo in considerazione gli ultimi dati di Unioncamere, il 22,8% delle imprese è guidato da donne. Percentuale che sale al 28,5% se si considerano solo i pubblici esercizi, come fatto da Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi). Di fatto, un'impresa su tre è a guida femminile (circa 112.752 aziende) a conferma dello stato virtuoso del settore in tema di parità di genere.

Fondo per l'imprenditoria femminile: 200 milioni a disposizione.

“Il fondo per l’imprenditoria femminile istituito presso il ministero per lo Sviluppo economico e finanziato per 160 milioni di euro grazie ai fondi del Pnrr e per gli altri 40 milioni grazie a fondi statali, gioca un ruolo determinante", ha sottolineato Valentina Picca Bianchi, presidente del Gruppo Donne di Fipe. I contributi a fondo perduto e i finanziamenti agevolati sono destinati alle imprenditrici che hanno il desiderio di creare realtà virtuose, ad alto tasso di innovazione di prodotto e processo, ma anche ad alta sostenibilità. "A questo si aggiunge l’attività costante della Federazione, che ha messo in campo programmi di empowerment, cultura finanziaria e cultura d’impresa in generale allo scopo di consolidare il radicamento delle aziende femminili già attive e favorire la nascita di nuove realtà. Tutte con il minimo comune denominatore della sostenibilità che nel nostro settore si traduce in attenzione per la filiera agroalimentare di qualità e l’applicazione dei contratti di lavoro più tutelanti e riconosciuti”, aggiunge Picca Bianchi.

Attenzione alla manodopera femminile, che ha perso 98mila posti di lavoro in due anni.

Detto dell'aspetto manageriale, ora una delle principali priorità è recuperare il gap di manodopera femminile qualificata che si è persa negli ultimi due anni di pandemia. Nella ristorazione, rispetto al 2019, si sono persi oltre 98mila posti di lavoro precedentemente occupati da donne, il 19,3% del totale. “Rimettere queste persone al lavoro anche attraverso lo sviluppo di progetti innovativi - ha concluso Picca Bianchi - è la condizione ineludibile per dare futuro e prospettiva al settore”.

ALTRI ARTICOLI

Perlage Winery, un vino che sa di sostenibilità

Perlage Winery apre le porte sulla sostenibilità in cantina con Amorim Cork

La sostenibilità ambientale è diventata un trend degli ultimi anni. E fra le aziende che lo hanno abbracciato c'è Perlage Winery, cantina nata nel 1985 quando la famiglia Nardi decise di dedicarsi alla viticoltura biologica nella Riva Moretta, storico vigneto nel cuore del Conegliano Valdobbiadene Proseccosuperiore Docg e tutt'oggi luogo di studio…
Marco Raspati, ceo e co-founder di Regusto

Regusto, Marco Raspati: "Creare valore riducendo lo spreco anche nel food retail"

Il 29 settembre si celebra la Giornata internazionale di sensibilizzazione sulla perdita e sullo spreco alimentare. Un tema quanto mai attuale, visto anche il contesto di scarsità di materie prime. Soprattutto nella ristorazione. Basti pensare che, a livello globale, circa il 14% del cibo prodotto viene perso tra il raccolto e la vendita al…
Giblor

Giblor's lancia la capsule collection Unique ispirata a Massimo Bottura

L'abbigliamento professionale firmato Giblor's si arricchisce della nuova capsule collection Unique. Nati dall'ispirazione e dal genio dello chef pluristellato Massimo Bottura, ambassador delle Nazioni Unite per l’ambiente, i capi dedicati agli addetti dell'Horeca garantiscono comodità e stile grazie al ricorso a materiali tecnici di origine…
       
    Il sito EdizioniDMh50

ristorazionemoderna.it

- Copyright © 2022 Edizioni DM Srl - Via Andrea Costa, 2 - 20131 Milano | P. IVA 08954140961 - Tutti i diritti riservati | Credits