Il quotidiano online del food retail
Aggiornato al
Il patrimonio immobiliare di Igd ha un valore di mercato di 1,968 miliardi di euro
Il patrimonio immobiliare di Igd ha un valore di mercato di 1,968 miliardi di euro
Information
News

IGD SiiQ: 2023 a 119,6 milioni di ricavi locativi, fuoricasa trainante

Information
- Igd bilancio 2023 - Igd immobiliare - Igd SiiQ centri commerciali

Igd, il gigante dell’immobiliare retail controllato da Coop Alleanza 3.0 e Unicoop Tirreno, ha chiuso il 2023 con ricavi locativi netti di 119,6 milioni di euro. Si tratta di un +4,9% sul 2022. Nel bilancio della società anche i dati relativi al margine operativo lordo caratteristico di 108,2 milioni, +4,6%, e un risultato netto ricorrente di 55,4 milioni, in flessione del 17,5%. Su quest’ultimo dato hanno inciso i maggiori oneri finanziari. Inoltre le svalutazioni hanno generato una perdita netta di 81,7 milioni (22,3 milioni nel 2022).

Nelle gallerie commerciali Igd vince la combo ristorazione-cinema. 

Gli operatori delle gallerie commerciali hanno incrementato i ricavi del 4,3% e un andamento simile hanno avuto anche gli ingressi, con una crescita del +4,5%. Le vendite degli operatori sono cresciute rispetto al 2019 del 6,2% (per effetto dell’inflazione), ma gli ingressi non hanno ancora recuperato completamente il livello pre-pandemico, attestandosi all’87% del 2019. Secondo Igd, tutte le categorie merceologiche hanno messo a segno a valore incrementi, a eccezione dell’elettronica (-2,4%), categoria che ha però beneficiato di crescite molto sostenute nel biennio precedente. Bene la ristorazione (+15,5%) e anche il cinema (+51,3%), una combo che ha sostenuto le visite soprattutto nella fascia serale. Nel complesso, Igd vanta un tasso di occupancy del 95,3%.

Claudio Albertini (Igd SiiQ): "L'incremento dei tassi di interesse impatta sulle valutazioni immobiliari".

"Il 2023 ci offre un risultato molto chiaro, profondamente condizionato dal contesto esterno con cui ci siamo dovuti misurare - ha dichiarato il ceo di Igd, Claudio Albertini - L'attenta politica commerciale e di gestione del patrimonio immobiliare ha permesso di conseguire ulteriori miglioramenti delle metriche operative insieme a un positivo andamento del retail fisico, che ha ben assorbito gli effetti dell'inflazione elevata". Poi Albertini ha aggiunto: "La politica monetaria di incremento dei tassi di interesse ha avuto delle ripercussioni rilevanti sul costo della raccolta e sulle valutazioni immobiliari. Avere rifinanziato con successo nel 2023 circa 650 milioni di debito in questo contesto è un risultato concreto e significativo, come peraltro riscontrato nei giudizi delle agenzie di rating. Igd ha ora l'opportunità, nel corso dei prossimi 3 anni, di lavorare per riscadenzare il debito e minimizzarne il costo". L’anno scorso il costo medio del debito si è attestato al 3,86%, in sostanziale incremento rispetto al 2,26% di fine 2022.

La cessione di 13 asset a Sixth Street e Starwood Capital. 

Il patrimonio immobiliare di Igd ha un valore di mercato di 1,968 miliardi, in calo del 5,4% rispetto a dicembre 2022. Al 31 dicembre scorso comprendeva 19 tra ipermercati e supermercati, 27 tra gallerie commerciali e retail park e vari altri asset. Al fine di alleggerire il debito e gli oneri finanziari, lo scorso 23 febbraio Igd ha siglato con Sixth Street e Starwood Capital un accordo per la cessione di un portafoglio composto da 13 asset per un valore di 258 milioni. Il portafoglio ceduto comprende 8 ipermercati (ubicati a Chioggia, Porto d'Ascoli, Roma, Rimini, Conegliano, Ascoli Piceno e 2 a Bologna), 3 supermercati (a Civita Castellana, Ravenna e Roma) e 2 gallerie commerciali (Bologna e Chioggia) e genera circa 17 milioni di ricavi d'affitto annui netti. Gli analisti di Intesa Sanpaolo apprezzano l'operazione di cessione, "in linea con l'obiettivo di riduzione della leva finanziaria, previsto anche nel piano industriale 2022-24. Secondo la società, ci sarà una diminuzione degli oneri finanziari di 11 milioni l'anno, oltre a una riduzione dei costi operativi". Nonostante l’assist di Intesa Sanpaolo, il titolo in Borsa ha mantenuto il trend negativo degli ultimi anni: dai 6,74 euro del 2019 il prezzo oggi è scivolato sotto i 2 euro.

di Emanuele Scarci*

*Larticolo è tratto da Distribuzione Moderna, testata del gruppo Edizioni DM di cui fa parte anche Ristorazione Moderna

ALTRI ARTICOLI

Sul circuito Viva.com è abilitato il servizio Tap On Any Device per i pagamenti in negozio su oltre 985 dispositivi

Agli esercenti del circuito Viva.com arrivano i benefici di Bancomat

Anche Viva.com raggiunge un accordo con Bancomat per abilitare l'accettazione da parte degli esercenti italiani dei più popolari strumenti fra gli italiani. Gli associati alla rete dell prima banca tecnologica europea potranno ora accettare PagoBancomat e Bancomat Pay. L'obiettivo è l'espansione strategica di questa partnership anche in Europa.
Le novità Schladerer nel catalogo Distillerie Nardini

Distilleria Nardini, trend premium con Schladerer e Vulcanica Vodka

Nel portfoglio distributivo di Distilleria Nardini dedicato agli spirit super premium, entrano anche i prodotti Schladerer (distillati frutta) e Vulcanica Vodka. Etichette in esclusiva per il nostro Paese che vanno ad arricchire la gamma del produttore veneto, famoso in tutto il mondo per le sue grappe e liquori di qualità.
Il punto vendita franchising di Alice Pizza a Melegnano in un'area di servizio EG Italia

Anche Alice Pizza debutta nella rete si aree di servizio EG Italia

A Melegnano, comune alle porte di Milano, la rete di aree di servizio EG Italia impreziosisce l'offerta con l'inserimento di un punto vendita Alice Pizza. In via Emilia 2, la tipica pizza al taglio della tradizione romana si avvicina sempre di più a chi viaggia e ha voglia di una pausa di piacere on the road con un prodoIo di qualità in tanti…
Per Essse Caffè, crescita di due milioni nel fatturato Horeca 2023

Essse Caffè: 42 milioni di euro di fatturato nel 2023, crescita Horeca

Per Essse Caffè il 2023 si è chiuso a quota 42 milioni di euro di fatturato (+3 milioni sul 2022), con una crescita del +8% grazie a Horeca e OCS-vending. Nel dettaglio, l'Horeca Italia ha segnato un incremento di quasi 2 milioni di euro. Il fatturato estero ha invece raggiunto quota 9 milioni; il vending è arrivato a 5 milioni.
Le 4 etichette prodotte da Cantina Urbana a Milano

Cantina Urbana, poker di etichette rinnovano la tradizione lombarda

Per Cantina Urbana è arrivato il momento di svelare gli "assi" nella manica per la stagione 2024: un poker che nasce nella rinomata area dell'Oltrepò Pavese. Milano Organic 2023, Bianco King 2023, Ringhio Orange 2023 e Barbera 2023 le etichette della prima realtà vitivinicola urbana del capoluogo lombardo nata nel 2018 dall’imprenditore e…
       
    Il sito EdizioniDMh50

Logo Ristorazione Moderna


ristorazionemoderna.it

- Copyright © 2024 Edizioni DM Srl - Via Andrea Costa, 2 - 20131 Milano | P. IVA 08954140961 - Tutti i diritti riservati | Credits