Il quotidiano online del food retail
Aggiornato al
Un momento di confronto a Mapic 2022
Un momento di confronto a Mapic 2022
Information
News

Mapic 2022, da Cannes arrivano le nuove sfide dei centri commerciali

Information
- Mapic Cannes 2022 - Mapic retail commerciale

Successo di partecipazione per la 27° edizione di Mapic, la fiera del real estate commerciale che si è tenuta a Cannes nei giorni a cavallo da novembre e dicembre. In totale, sono stati più di cinquemila i delegati provenienti da 75 Paesi. Tra le piacevoli sorprese di questa edizione la presenza dei partecipanti provenienti da tutto il Medio Oriente e dall'Asia, tra cui Arabia Saudita, Kuwait e Uzbekistan.

Mapic torna a pieno regime e gli italiani sono protagonisti.

L'edizione 2022 della kermesse ha segnato il ritorno a pieno titolo della manifestazione dopo due anni di pandemia, e l'atmosfera nei corridoi e sugli stand degli exhibitor è stata ricca di entusiasmo ed energia, con delegati felici di poter rivivere appieno e di persona questa importante manifestazione. Sebbene permanga incertezza per il clima politico ed economico a livello internazionale, gli espositori, i retailers e tutti i partecipanti hanno presentato con ottimismo progetti e innovazioni che stanno trasformando il settore immobiliare commerciale. “Quest’anno abbiamo puntato su temi specifici di attualità del settore, direzione quasi obbligata - ha detto Francesco Pupillo, Mapic markets director - La crisi del Covid ha accelerato delle trasformazioni profonde, che erano già in atto, per rispondere alle principali preoccupazioni di questo momento storico: sviluppo sostenibile, inclusione, impatto sociale e locale del retail. La risultanza sono dei progetti tutti mixed use e di rigenerazione che devono avere un impatto concreto sulla vita delle persone che abitano e popolano quelle date aree. Siamo entrati in un paradigma nuovo". Piacevolmente sorpreso anche Roberto Zoia, Presidente del Consiglio nazionale dei centri commerciali (Cncc): “Vedere così numerosa la rappresentanza italiana qui a Cannes fa capire quanto l’industria del nostro settore sia viva e attiva. Gli associati sono entusiasti. Questo è l’anno della ripartenza, dei buoni numeri, dei nuovi progetti e nuove tematiche: sostenibilità, energia e il sociale, del ritrovato rapporto tra proprietari e retailer e con il leisure che sta spopolando si prospetta un futuro ricco di soddisfazioni”

Nel post-pandemia vince chi conquista giovani e donne.

La 27° edizione è stata inaugurata con la sessione sul tema The retail roadmap for a sustainable future. Per Mengxing Zhang, BNP Paribas Real Estate, la pandemia è stata uno "stress test" di resistenza per il settore del retail, sottolineando la continua capacità di ripresa di settori come i prodotti per la casa, il fai-da-te, i discount e gli outlet. A seguire, la sessione keynote di Paco Underhill, speaker di fama internazionale, fondatore di Envirosell e autore di best seller su evoluzione del retail e comportamento dei consumatori, che ha discusso di come i retailer stiano evolvendosi per attirare nuovi segmenti di pubblico a forte potenziale: giovani generazioni e donne. Underhill ha sottolineato l'importanza di educare i consumatori a dare il giusto valore alle nuove proposte di valore dei retailers, tema ricorrente durante tutta la tre giorni.

Retail e leisure, un matrimonio combinato ancora da capire.

Nuovamente al centro dei dibatti il ruolo centrale e fondamentale del leisure nel retail. La sessione di apertura New leisure trends spotlight ha illustrato come il settore del leisure&entertainment possano generare impatti positivi per il commercio fisico, attirando le giovani generazioni e facilitando il ritorno di un pubblico che si era allontanato durante la pandemia. Sebbene leisure e retail generino sinergie importanti, è fondamentale definire una strategia chiara che tenga conto degli obiettivi del progetto, della concorrenza e della natura stessa dei siti in cui si opera. Di rilievo la sessione keynote tenuta da Marie Marks, senior vice president di Paramount Global, Themed Entertainment, dal titolo Bringing emotion in physical spaces. Nel suo intervento, Marks ha sottolineato l’importanza di "scegliere la giusta licenza di marchio, con il giusto formato nel posto giusto, senza voler rincorrere ad ogni costo la più recente innovazione" e l'attaccamento emotivo che molti consumatori e visitatori hanno con alcune licenze di brand. Ha poi concluso sostenendo che i parchi a tema hanno sicuramente un grande potenziale. Non a caso, Paramount continua la sua espansione internazionale in Asia, con l'apertura del
parco di Bali prevista nel 2026.

Spazio alla ristorazione nelle shopping destination.

Di rilievo anche il programma dedicato al settore della ristorazione. Vincent Mourre, ceo di Whitespace Partners ha rilevato le crescenti aspettative di investitori e consumatori per i format fast food, panetteria, caffè e snack che hanno dimostrato la loro resilienza e versatilità. In un contesto in cui l'accesso ai finanziamenti è sempre più selettivo, Mourre ha sottolineato anche la crescita di fonti di finanziamento alternative e la possibilità di prendere in considerazione la quotazione in borsa per accelerare lo sviluppo dei brand.

Il ruolo della sostenibilità nella progettazione dei centri commerciali.

Facendo eco al tema centrale di questo Mapic 2022 “People, Planet, Profit: Navigating retail towards a more human world”, il panel Green means go: Accelerating environmental transition for retail destinations ha offerto anche un approccio pragmatico su come il retail possa ridurre il suo impatto ambientale. Antoine Frey, Presidente e ceo di Frey, ed Elisabeth Laville, fondatrice di Utopies, hanno riflettuto sulle principali priorità per rendere il settore retail più sostenibile a livello ambientale. Laville ha affermato che "dobbiamo affrontare i problemi più urgenti: la maniera di costruire i siti retail e il modo in cui noi tutti consumiamo". Antoine Frey ha spiegato che la sua omonima azienda mira a ridurre l’impatto ambientale attraverso un’utilizzo crescente del legno al posto dell'acciaio nella costruzione degli immobili.

A Cannes annunciato il progetto Time Out Market Riyadh. 

Non solo discussioni, a Mapic si fa anche business. La cornice francese, infatti è stata scelta per la presentazione di diversi progetti internazionali. In Arabia Saudita, Diriyah Square e Time Out Market, l’operatore di riferimento nel settore delle food hall, hano annunciato l’accordo per l’apertura di Time Out Market Riyadh, che sarà il più grande mai aperto, e aprirà i battenti nel 2025. La nuova food hall conterà circa 1.650 posti a sedere, 23 cucine, cinque, spazi per eventi e mostre. 

ALTRI ARTICOLI

Il nuovo store travel retail di 12oz nella stazione di Milano Rogoredo

12oz conquista anche l'hub ferroviario di Milano Rogoredo

Continua lo sviluppo travel retail di 12oz, retail format specializzato nel servizio rapido di coffee&milk based drinks, concepiti principalmente per il consumo in movimento, che conquista un'altra stazione milanese. Dopo l'approdo alla Stazione Centrale, ora tocca all'hub ferroviario di Milano Rogoredo. Un'apertura che porta a 22 i punti vendita…
Marco Giapponese, ceo di Basara

Marco Giapponese (Basara): "Ora il sushi diventa phygital con Tatatu"

Location riconoscibili, prodotti di alta qualità Made in Japan e servizio phygital. Sono queste le caratteristiche di Basara, format di sushi restaurant che dal 2011 (data della prima apertura in via Tortona a Milano) ha messo in fila una decina di aperture fra ristoranti tradizionali, corner modulari e concept per un consumo più veloce ma sempre…
Il tartufo nero protagonista della partnership fra Appennino Food Group e De Santis

Il tartufo di Appennino Food Group nei panini De Santis

Il tartufo di Appennino Food Group Spa arriva anche nei sandwich di De Santis, il panino di Milan dal 1964. La partnership, presentata in occasione di Identità Milano 2023, rappresenta l'incontro tra due filosofie aziendali che hanno come denominatore comune quello di raggiungere elevati standard qualitativi attraverso la selezione e il rispetto…
In totale, sono oltre 4.500 i clienti di Longino & Cardenal in Italia

Longino & Cardenal, novità nel catalogo 2023: carne, caviale e brodi

All'arrembaggio del mercato con il grido "phygital", Longino & Cardenal ha presentato le ultime novità di portfolio in occasione dell'annuale convention che si è tenuta nella cornice di Identità Milano. L'obiettivo per il 2023 è quello di fondere insieme l'evoluzione digitale del foodservice e l'esperienza fisica, di gusto che aiuta a riannodare…
L

Il Bar di Obicà apre in via Mercato con una cocktail list d'autore

Dopo le aperture nelle food hall della Rinascente a Milano, Palermo e Cagliari, il format Il Bar del Gruppo Obicà Mozzarella Bar apre la sua quarta location - la prima fronte strada - proprio nel capoluogo lombardo. Più precisamente, in via Mercato 28, nel cuore di Brera, mixology e cucina con un twist internazionale danno sostanza a una…

ristorazionemoderna.it

- Copyright © 2023 Edizioni DM Srl - Via Andrea Costa, 2 - 20131 Milano | P. IVA 08954140961 - Tutti i diritti riservati | Credits