Il quotidiano online del food retail
Aggiornato a
Secondo Cbre, retail a 510 milioni di euro di investimenti assorbiti nel primo semestre
Secondo Cbre, retail a 510 milioni di euro di investimenti assorbiti nel primo semestre
Information
News

Cbre: investimenti H1 a 3,1 miliardi di euro nel retail real estate

Information
- Cbre immobiliare - Cbre retail real estate - Cbre commercial real estate

Secondo i dati raccolti da Cbre, nel primo semestre 2024, il volume di investimento nel commercial real estate tricolore è stato pari a 3,1 miliardi di euro. Netto recupero rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente: +33% sul primo semestre 2023. Numeri che segnalano la ripresa dell'attività di investimento che nel Q2 2024 ha raggiunto 1,8 miliardi di euro per un +42% di volumi d'investimento. 

Mercato commercial real estate, i prezzi bassi spingono gli investimenti. 

Per leggere i dati dell'advisor immobiliare bisogna contestualizzare la situazione: dopo 9 mesi di tassi invariati il primo taglio da parte della Bce ha migliorato l'outlook verso il raggiungimento di un nuovo punto di equilibrio delle aspettative di prezzo tra domanda e offerta. Questo ha permesso al mercato di "superare la fase più sfidante e iniziare la ripresa, ora che i prezzi hanno toccato il loro punto più basso", afferma Silvia Gandellini, head of capital markets and head of A&T high street di Cbre Italy. Lo testimoniano anche la crescita del ticket medio dopo l'elevato numero di deal di piccola dimensione del 2023 e del primo trimestre dell'anno; "sintomatico dell’elevato costo del capitale e di un atteggiamento molto cauto degli investitori", spiega Gandellini. In particolare in hotel e retail, ma anche in uffici (816 milioni di euro nel primo semestre di euro, +69%), Industrial & Logistics (470 milioni di euro da inizio anno, -13% rispetto all’H1 2023), living e alternative. 

L'exploit degli hotel: da inizio anno, un miliardo di investimenti. 

Nel secondo trimestre del 2024 l’asset class che ha registrato i volumi d’investimento più elevati è stata hotel, con oltre 690 milioni di euro investiti (+240% rispetto allo stesso periodo del 2023), per un totale di quasi un miliardo di euro da inizio anno (+92% rispetto allo scorso anno). In questo settore i volumi sono stati guidati da importanti operazioni su hotel di lusso a Venezia, Roma e sul lago di Como, caratterizzate da elevati prezzi per camera e confermando il forte appetito degli investitori per le destinazioni leisure di maggiore prestigio. Si sottolinea anche una forte componente di acquirenti owner operator, responsabili per oltre la metà dei volumi transati, che reinvestono la liquidità raccolta negli ultimi anni, grazie alle ottime performance delle proprie strutture, in ulteriori espansioni dei propri portafogli. La crescita degli investimenti in questo segmento conferma, inoltre, i risultati raccolti dalla recente 2024 European Hotel Investor Intentions Survey realizzata da Cbre, dove emerge un trend strutturale di forte propensione ad investire in questa asset class grazie alle ottime prospettive sui fondamentali del settore nei prossimi anni.

cbre

Retail a 470 milioni di euro d'investimento nel Q2.

Il settore retail con 470 milioni di euro investiti nel secondo trimestre (+153% rispetto al secondo trimestre 2023, per un totale di 510 milioni nel primo semestre, +121% sull’H1 2023) segna uno dei volumi trimestrali più alti degli ultimi tre anni e un forte recupero rispetto ai risultati del primo trimestre dell’anno, soprattutto grazie a due grandi operazioni nel settore out-of-town che hanno visto come protagonisti centri commerciali e immobili della grande distribuzione organizzata. L’andamento dei volumi d’investimento del secondo trimestre dell’anno anticipa il deciso cambio di passo del compatrto atteso per i prossimi mesi, quando assisteremo a nuove operazioni con importanti ticket, in particolare nelle high street del lusso e nei segmenti out-of-town, dove il periodo di repricing sembra ormai essersi concluso.

Italy on stage grazie al retail out-of-town.

Importante osservare anche la geografia degli investimenti. Nel primo semestre del 2024 infatti i mercati regionali sono stati prossimi al 50% dei volumi d’investimento complessivi in Italia, grazie soprattutto alle operazioni nei settori hotel, retail out-of-town e logistics. Si conferma anche un buon interesse da parte degli investitori istituzionali per uffici nelle città ben collegate dalla rete ferroviaria dell’alta velocità e nei confronti di alloggi per studenti nelle maggiori città universitarie. Dati confermati anche dalla pubblicazione di Italy on Stage, il report realizzato dal Team Research Italy di Cbre in cui c'è spazio anche per il retail. Secondo l'azienda immobiliare, ora si aprono importanti opportunità d’investimento dopo anni di fermo provocati dalle incertezze causate dalla pandemia e dai timori di una progressiva erosione delle vendite dei negozi fisici (provocata dall’espansione del commercio elettronico). Un esempio tra tutti è il retail out-of-town che, dopo gli ultimi anni impegnativi a causa delle restrizioni per il contenimento dei contagi, è tornato a mostrare ottimi dati di fatturati e di footfall, offrendo oggi eccellenti opportunità di investimento grazie ai prezzi ai minimi storici. "I segnali di questa ripresa li stiamo già osservando, con un recupero notevole dei volumi retail già a partire dalla prima metà del 2024", si legge nella nota. 

ALTRI ARTICOLI

Pit'sa conta due locali: uno a Bergamo (via Alberto Pitentino 6) e Milano (via Cadore 31)

Pit'sa, il format vegetale e inclusivo che cambia volto alla pizzeria

Prima Bergamo, poi Milano. Nel mezzo la convinzione che il format food retail di Pit'sa potesse essere tanto inclusivo quanto sostenibile. Soprattutto dal punto di vista finanziario perché, a differenza di altri progetti simili, "noi siamo una srl, non una onlus: vogliamo essere considerati una vera e propria azienda della ristorazione", spiga…
Il nuovo store Starbucks alla stazione di Napoli Centrale

Starbucks, un altro caffè a Napoli: store alla Stazione Centrale

Il secondo store di Starbucks in città, il terzo in Campania, ha aperto le porte alla stazione di Napoli Centrale portando così a 43 i punti vendita in Italia. Il locale, realizzatato dal licenziatario unico Percassi in collaborazione con Grandi Stazioni Retail, società che gestisce lo sviluppo commerciale dei maggiori scali ferroviari nazionali,…
Una selezione dei piatti del menu Anniversary special di Obicà Mozzarella Bar

Anniversary special e menu estivo, da Obicà i sapori della Campania

Menu stagionale e Anniversary special caratterizzano l'estate di Obicà Mozzarella Bar, che nel 2024 festeggia i 20 anni di attività nel settore food retail. Nei 24 locali della rete, dislocati in Italia e all'estero, i clienti potranno assaporare l’autenticità e la genuinità dei migliori prodotti italiani (a partire dalla Mozzarella di Bufala Dop)…
Uno dei nuovi panini nati dalla collaborazione fra Chef Express e Gambero Rosso Academy

Sosta in autostrada da Chef Express con i panini firmati Gambero Rosso

La sosta nel canale autostradale ha un altro gusto grazie alla nuova linea di panini nati dalla collaborazione fra Chef Express e Gambero Rosso Academy. Ricette uniche, studiate in esclusiva per la società di ristorazione del Gruppo Cremonini e realizzate dopo un'attenta ricerca e selezione di materie prime che garantiscono un'offerta originale e…
Con i nuovi investimenti, Pinsami punta a produrre 220mila pinse al giorno nello stabilimento di Reggio Emilia

Pinsami, +45% di fatturato nel 2023 e nuovi investimenti produttivi

Il bilancio 2023 di Pinsami si chiude con un fatturato di 24,4 milioni di euro: +45% rispetto all'anno precedente, grazie all'export che è aumentato del +125%. L'azienda reggiana conferma così la sua corsa verso la leadership nella produzione di basi pinsa di alto livello in Italia e all'estero per il retail e l'Horeca tanto che le stime per il…
       
    Il sito EdizioniDMh50

Logo Ristorazione Moderna